Argomento 1: Introduzione all’analisi dei dati

Numerose aziende raccolgono regolarmente dati, che però sono privi di significato quando vengono raccolti per la prima volta e prima di essere elaborati. È qui che l’analisi dei dati svolge un ruolo fondamentale. L’analisi di questi dati non elaborati comporta la ricerca di informazioni utili che possono essere utilizzate in situazioni reali. Una volta acquisite, queste informazioni possono essere utilizzate per informare e indirizzare le decisioni aziendali.

Quattro categorie principali di analisi dei dati

  1. Analisi predittiva: Aiuta le organizzazioni a identificare le tendenze e a comprendere le cause degli eventi. Ad esempio, può prevedere l’efficacia di una pubblicità di una maglietta su Facebook in base alla posizione, al reddito e agli hobby del vostro mercato target.
  2. Analisi prescrittiva: Unisce i big data e l’intelligenza artificiale per formulare raccomandazioni sulle azioni e verificare le ipotesi per migliorare i risultati. Può rispondere a domande come “E se provassimo questo?” per migliorare i risultati.
  3. Analisi diagnostica: Analizza i dati storici per determinare le cause degli eventi. Le due componenti sono l’individuazione di potenziali problemi prima che si verifichino e l’esame più dettagliato dei report per ottenere informazioni specifiche.
  4. Analisi descrittiva: Questo tipo di analisi offre dati fondamentali come quanti, quando, dove e cosa. Queste informazioni sono disponibili nei report pianificati (noti anche come report preparati) e nei report ad hoc, che sono particolarmente utili per approfondimenti come la conoscenza del pubblico dei social media.