Argomento 1

La natura del conflitto

Secondo l’Oxford Dictionary, il conflitto è definito come “una grave incompatibilità tra due o più opinioni, principi o interessi”.

La comprensione della natura del conflitto è fondamentale per una gestione efficace dello stesso.

Il conflitto, sia nelle relazioni interpersonali, sia sul posto di lavoro, sia in contesti sociali più ampi, nasce dallo scontro di opinioni, interessi o obiettivi diversi. È una parte intrinseca dell’interazione umana e può derivare da varie fonti, come incomprensioni, competizione per le risorse o valori contrastanti.

Riconoscere che il conflitto è un evento naturale e inevitabile permette agli individui e ai gruppi di affrontarlo con maggiore empatia e apertura mentale. Comprendendo le cause e le dinamiche sottostanti, le strategie di risoluzione dei conflitti possono essere adattate in modo appropriato, favorendo una comunicazione costruttiva, il compromesso e la comprensione reciproca.

Sottolineare l’importanza di comprendere le complessità del conflitto ci permette di trasformare le situazioni di tensione in opportunità di crescita, collaborazione e cambiamento positivo.

Canva

Cause comuni di conflitto sul posto di lavoro

Alcune risorse (sala riunioni, materiale per l’ufficio, tempo del capo) sono scarse e quando più persone o gruppi richiedono l’accesso a una particolare risorsa, può verificarsi un conflitto. Immaginate di non poter accedere a qualcosa di cui avete bisogno per lavorare; sono già emersi dei “sintomi” di conflitto?

Differenze negli stili di lavoro: Ogni individuo ha un modo di lavorare unico, basato sulle proprie esigenze e sulla propria personalità, che può portare a conflitti quando si lavora insieme.

Così come due lavoratori possono differire nel loro stile di lavoro, allo stesso modo possono avere percezioni contrastanti sulle cose. Ad esempio, quando un collega vi offre aiuto, una persona potrebbe apprezzare il gesto e percepirlo come una gentilezza, mentre un’altra potrebbe vederlo come un insulto, un gesto che indica che non è in grado di svolgere il proprio lavoro in modo adeguato.

Le persone differiscono per quanto riguarda i loro valori personali, soprattutto se prendiamo in considerazione la diversità culturale presente nei luoghi di lavoro odierni. Hart (2009) suggerisce che tali differenze potrebbero causare segregazione sul posto di lavoro e, in ultima analisi, conflitti.

Le politiche e le regole sono importanti per evitare confusione e malintesi. L’assenza di politiche e linee guida chiare può creare un ambiente di incertezza e conflitto (Hart, 2009).

Canva

Scenario di vita reale: Studio di caso sul conflitto

Esaminiamo il conflitto attraverso il seguente esempio:

Max e Simon lavoravano nello stesso team. Un giorno è stato chiesto loro di collaborare a un progetto assegnato dal loro superiore. Max ama la struttura nel suo lavoro e si impone scadenze rigide per poter lavorare in modo efficace. Simon, invece, lavora in modo più flessibile. Quando Max ha cercato di fissare delle scadenze a Simon e di eseguire il progetto in un modo particolare, si è verificato un conflitto tra i due. È chiaro che la difformità nel processo di pensiero, nella natura e nell’atteggiamento tra Max e Simon ha dato origine al conflitto tra i due. Se non vengono affrontati, i conflitti possono influire sul morale dei dipendenti e ostacolare le loro prestazioni (Ayoko, Callan e Hartel, 2003; Kisamore et.al. 2010). Pertanto, tali incidenti richiedono un’azione immediata. Per iniziare a pensare a come risolvere un conflitto, il primo passo logico è identificare le cause del conflitto stesso.

Comprendere la natura del conflitto

1. Comprendere le cause e le emozioni alla base di un conflitto è fondamentale per promuovere una maggiore sensibilità e pazienza nella sua risoluzione. Grazie alla comprensione delle questioni di fondo, gli individui possono affrontare il conflitto con empatia e una comprensione più profonda della prospettiva di ciascuna parte.

2. Il conflitto costruttivo può portare a idee innovative, a una migliore risoluzione dei problemi e a un miglioramento delle relazioni. Incoraggia gli individui a riconoscere che i conflitti possono emergere a causa di prospettive ed esperienze diverse, favorendo un approccio più inclusivo alla risoluzione dei conflitti.

3. Comprendere la natura del conflitto aiuta a dissipare le idee sbagliate e le connotazioni negative spesso associate ad esso. Invece di considerare il conflitto come qualcosa da evitare a tutti i costi, gli individui e le organizzazioni possono riconoscerne i potenziali benefici.

4. Affrontare il conflitto con una mente aperta e la volontà di comprendere i diversi punti di vista è fondamentale per trovare un terreno comune e raggiungere soluzioni amichevoli. Si tratta di un ascolto empatico e di una comunicazione aperta, strumenti essenziali per risolvere i conflitti in modo efficace.